Cambogia – Day 1

Si riparte! Destinazione: Cambogia!

La scelta come sempre è dettata da alcuni fattori chiave: necessità quasi fisica di dover prendere un aereo, voglia di vedere posti nuovi e molto diversi dalla quotidianità, desiderio di viaggiare verso luoghi di cui non ho mai sentito parlare molto.

Quanta gente conoscete che è stata in Cambogia? Bè, ora sicuramente una: io!

Questa avventura parte da Malpensa con un volo verso Bangkok con scalo a Il Cairo. Stavolta torna a farmi compagnia mio fratello. Sono contento, mi piacere condividere con lui la passione per i viaggi avventurosi.

In aeroporto conosciamo la prima parte del gruppo con cui passeremo i prossimi 17 giorni. I “Milanesi”, così chiamati solo perché partiamo tutti da Milano, cui si contrappone quella dei “Romani”.

Voliamo con Egyptair, e nonostante mi venga offerto il posto vicino alle uscite di emergenza per il volo verso Il Cairo, la compagnia è una delle peggiori con cui abbia volato. Niente film a bordo fino alla capitale egiziana, ma quel che è peggio, niente alcol a bordo. Posso sopravvivere un volo di quattro ore senza film, ma almeno un paio di bicchieri di vino per ingannare l’attesa me li dovete garantire. Se poi da Il Cairo a Bangkok gli unici film in italiano sono Indipendence Day: Resurgence e un altro in costume con Kate Winslet, capite che di vino ho bisogno di una bottiglia intera.

Ma mi domando, ma se uno non è musulmano (perché immagino che la ragione sia questa), vi rendete conto che state limitando la vostra offerta di servizi? Pensavo male di AirIndia, ma devo rivedere le mie valutazioni. Qui siamo messi molto peggio.

Approfitto del tempo concesso dalla prima tratta per leggere la guida e fare un pisolino.

A Il Cairo ci riuniamo con il resto del gruppo. L’età media è sui trenta e sembrano tutte persone valide. Abilmente riesco a non fare il cassiere (ma so che prima o poi mi toccherà, quel ruolo mi sta chiamando da troppo tempo…).

Sul volo per Bangkok sono in un posto normale, per cui dormo male. Abbastanza male.

Ma è sempre così. Essere alti non paga in volo.

 

 

I commenti sono chiusi.