Batman v Superman: Dawn of Justice

Ieri sera ho deciso all’ultimo di andare a vedere se davvero BvS fosse bruttino come si diceva in giro. Non avevo trovato abbastanza recensioni in giro per avere una idea abbastanza precisa se andarlo a vedere oppure aspettarlo in home video. Per cui, senza nessun pregiudizio o aspettativa mi sono deciso a prendere informazioni di prima mano.

Inoltre questo BvS dovrebbe essere un po’ come il primo The Avengers, quindi un primo snodo di trame successive, quindi poteva essere una buona cosa crearsi una idea di cosa ci aspetterà.

Ormai infatti, gli universi superoistici Marvel e DC sono diventati degli enormi serial cinematografici, con tanto di legami a serial televisivi. E’ quindi un peccato perdersi una puntata, perché poi, anche se sono studiati per essere comprensibili lo stesso, rischi di perdere la trama generale della serie.

b2

Adesso proverò a parlare del film senza Spoiler.

BvS è come uno che deve fare una corsa in discesa in montagna, però poi inciampa e inizia a rotolare senza riusciate a fermarsi. Quindi, per raggiungere il traguardo, accelera il rotolamento fino  a destinazione.

Giuro che non trovo un modo migliore per rendere l’idea. Perchè il film parte bene, con il solito motivo di “who watch th watchmen?”. Superman è un dio tra i mortali, ma non può fare come cazzo gli pare. La sua figura è controversa e c’è chi vorrebbe un deterrente contro di lui. Uno di questi è Bruce Wayne/Batman, che quì è rappresentato da un invecchiato (bene! invecchiato bene! Ragazzi, io dico che col tempo migliora…) Ben Affleck. Batman è più un giustiziere che non un eroe. I cattivi li uccide, usa spesso le armi e mena come un fabbro. SadBatman è una delle cose migliori del film.Piace. Fino a qui stiamo correndo a rotta di collo giù dalla montagna.

Dicevamo. Superman a briglia sciolta e Batman lo vuole imbrigliare. Il Dio di Krypton contro l’uomo di Gotham. Ma in mezzo a loro c’è Lex Luthor, che fa il gioco delle tre carte e carica ulteriormente Bat contro Sup. In questa fase vengono toccati un sacco di spunti di riflessione interessanti che sicuramente i fumetti dei due supereroi hanno sviluppato attentamente in un sacco di anni, qui però riassunti in tipo 40 minuti di film. E si inciampa. Non si capisce dove, ma senti che si inciampa.

b3

Volano cazzotti atomici tra Batman e Superman. Ma poi fanno pace. In un modo così assurdo che non riesci a trovare speranza nel domani. Qui si rotola rovinosamente verso la fine.

Consci che ormai la vaccata più grossa è stata fatta, buttano un supercattivo a fare un po’ di casino, svuotano i caricatori della computer grafica, sganciano Gal Gadot in versione Wonder Woman a combattere sperando di farci dimenticare tutto il resto. Ci bombardano di immagini. C’è chi dice che “La forma è contenuto”, ma se il contenuto è tanta merda, puoi darmi tutta la forma di questo mondo che la puzza rimane. Qui decidono quindi di dare gas al rotolamento per arrivare al traguardo.

Traguardo che viene raggiunto, rovinosamente.

BvS ha quindi dei grossi problemi di storia. Molto grossi. Troppo grossi. Degli attori che fanno il loro lavoro, con Affleck che spicca su tutti. Troppa Computer Grafica, che sembra usata proprio per coprire gli squarci di sceneggiatura.

b4

 

Ora alcune riflessioni dettagliate che contengono SPOILER:

  • Ben Affleck convince. Un batman invecchiato, sulla cinquantina, ma in forma. Tarchiatello, ma possente, molto in linea con quello di Miller. Un giustiziere più che un supereroe. Uno che mena cattivi come un fabbro e li uccide senza problemi.
  • Il Lex Luthor di Eisenberg parte bene e finisce male. All’inizio l’interpretazione potrebbe dargli qualche chance, ma poi si perde e diventa una imitazione scialba di joker. Mi spiace dirlo, ma per me il Luthor migliore rimane quello di Superman Returns (come interpretazione del personaggio),
  • L’amicizia tra Superman e Batman si basa su un concetto davvero profondo: entrambe le mamme si chiamano Martha. Da qui ho capito che posso davvero diventare uno sceneggiatore pure io.
  • Batman è bravissimo nel suo mestiere. Oppure è molto fortunato. Piazza un segnalatore su un camion, distrugge quasi tutto quel camion, ma non il pezzo dove è incollato il segnalatore. Credo che ci siano più possibilità che un alieno cada sulla terra. Oh… giusto… ok.
  • Batman usa la schiuma per capelli migliore al mondo. Pesta e di fa pestare da chiunque, non sanguina mai e quando toglie il casco ha i capelli perfetti. La L’Oreal dovrebbe scegliere lui come testimonial…
  • Gotham e Metropolis sono vicine quanto Cremona e Castelvetro Piacentino.
  • Gal Gadot. Fa poco, lo fa bene, per carità, ma il mio cuore resta rapito ancora dalla Faora di Antje Traue. Per ora rimane lei l’unica possibile erede di Xena.
  • Lois Lane è una inguaribile spina nel fianco per l’umanità. Caga il cazzo al mondo dall’inizio alla fine. Stima, ma anche un po’ di odio.
  • L’armatura di IronBatman piace.
  • Bruce Wayne è talmente ricco che ha Tony Stark come maggiordomo. Davvero, l’Alfred ingegnere hipster di Jeremy Irons stona parecchio.
  • Le scene oniriche sono tanto belle quanto inutili. Come spesso sono le scene oniriche.

b5

 

Precedente San Andreas Successivo Kathmandu - Day 1